riflessi etici

prospettive cristiane sull'attualità

  • L’avventura continua…

    Dal primo novembre 2011 biblicamente diventa Riflessi etici. Cambiano il nome e il formato grafico, ma l’obiettivo del progetto – dal 2005 – resta lo stesso: cogliere nell'attualità i riflessi etici che emergono dai fatti, dai commenti, dalle proposte, dalle speranze di chi ci sta attorno. Rispecchiando valori che vale la pena di riscoprire pienamente e vivere con coerenza.

    Vi aspetto su riflessietici.wordpress.com

Un mondo di volontari

Posted by pj su 3 dicembre 2009

I volontari marciano su Roma: domani e sabato 40 mila associazioni, in rappresentanza di sei milioni di italiani, si riuniscono nella Capitale per confrontarsi e farsi ascoltare.

Riferisce il Corriere che non hanno colore politico ma, rilevano, per portare avanti il loro lavoro non possono limitarsi al ruolo di osservatori. Domani parleranno al Capo dello Stato e, idealmente ma non troppo, rivolgeranno un appello a un Paese che non dimostra di apprezzarli come in effetti meriterebbero, e talvolta nemmeno li mette in condizione di operare. E dire che è proprio il no profit a rendere possibili servizi sociali che, senza il tempo e le energie di tanti cittadini di buona volontà, non potrebbero proseguire. E non parliamo solo di cultura e spettacoli, ma anche di mense per poveri, servizi ai bisognosi, conforto a chi soffre, personale che garantisce un numero sempre più adeguato di ambulanze.


Le difficoltà che il terzo settore incontra quotidianamente sono di vario genere. È un problema di soldi, con il 5 per mille non ancora confermato per il nuovo anno e i versamenti sempre in forte ritardo; è un problema di personale, con il crollo delle adesioni al servizio civile, cui le associazioni attingevano per le loro esigenze; è soprattutto, però, un problema di cultura: «Il Paese – denunciano – sta smarrendo la cultura del bene comune, il senso del noi, a vantaggio di uno sterile io-io-io».

Una deriva egoistica che proprio il volontariato, testimonial per antonomasia dell’altruismo, può combattere efficacemente: basterebbe fornirlo degli strumenti adeguati, incoraggiarlo con i gesti necessari, raccontarlo con efficacia, promuoverlo con convinzione.

Servire gli altri, assumersi la responsabilità di un impegno costante, dedicarsi a un’attività che non abbia un riscontro economico, confrontarsi con la sofferenza e la gratitudine degli altri: tutti elementi che possono aiutare a fermarsi, riflettere, interrogarsi, cercare risposte su se stessi, il proprio scopo, il senso di un’esistenza che non può, non deve, non vuole limitarsi a una corsa senza traguardo.

Annunci

Una Risposta to “Un mondo di volontari”

  1. Beato quel popolo che non ha bisogno di eroi (Brecht)

    Ho qualche riserva sul mondo del volontariato per due ragioni.
    La prima è che non si può essere felici del fatto che servizi essenziali, che dovrebbero essere garantiti dallo stato, e per i quali tutti paghiamo ingenti tasse, debbano invece essere forniti da volontari, che non sempre ci sono, o che magari ci sono a Bologna e non a Foggia, o viceversa.
    La seconda è che so per esperienza che non sempre il mondo del volontariato è quel paradiso di disinteresse ed efficenza vantato, ma che c’è dell’altro.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: