riflessi etici

prospettive cristiane sull'attualità

  • L’avventura continua…

    Dal primo novembre 2011 biblicamente diventa Riflessi etici. Cambiano il nome e il formato grafico, ma l’obiettivo del progetto – dal 2005 – resta lo stesso: cogliere nell'attualità i riflessi etici che emergono dai fatti, dai commenti, dalle proposte, dalle speranze di chi ci sta attorno. Rispecchiando valori che vale la pena di riscoprire pienamente e vivere con coerenza.

    Vi aspetto su riflessietici.wordpress.com

Tra soldi e messaggio

Posted by pj su 16 ottobre 2009

«L’Italia è una repubblica fondata sul lavoro, non sulla fortuna. E invece qui tra Gratta e vinci, Superenalotto e la proposta di aprire case da gioco negli hotel di lusso sembra l’esatto contrario».

Detto dal sindaco di Sanremo, città che ospita uno dei quattro casinò italiani e che gode di parte dei suoi proventi (il 10% del bilancio municipale deriva proprio dalle tasche dei giocatori), potrebbe sembrar una manovra tesa a favorire i casinò rispetto alle altre forme di gioco d’azzardo: e invece il sindaco ha sorpreso tutti con una proposta decisamente controcorrente.

«La mia idea – dice al Corriere Maurizio Zoccarato, primo cittadino della città dei fiori – è proibire l’ingresso al casinò a tutti i residenti di Sanremo. E allo stesso tempo innalzare il limite d’età per tutti, da 18 a 21 anni».

Zoccarato si rende conto che la proposta, qualora venisse accolta, creerebbe qualche problema economico alle casse del Comune, ma non si scompone: «Più dei soldi conta il messaggio che diamo alla gente… meglio un’ora di straordinario in più piuttosto che tentare la fortuna alle macchinette».

Il sindaco sanremese, però, ci tiene a non passare per un proibizionista: il casinò, dice, «non lo voglio mica chiudere. Anzi, è una struttura da valorizzare… Ma sedersi al tavolo verde deve essere un evento, una cosa da fare ogni tanto per passare una bella serata. Se invece si trasforma in un’abitudine può diventare pericolosa. E le persone più a rischio sono i giovani e quelli che vivono in una città come la mia, dove al Casinò ci vai a piedi dopo cena».

Non occorre essere calvinisti per comprendere i danni e i rischi del gioco d’azzardo: basta un po’ di buonsenso e il coraggio di prendere la decisione migliore anche quando, economicamente, ci penalizza.

Lo stesso buonsenso e lo stesso coraggio che portano gli uomini di buona volontà ad alternare speranze alte e sano realismo e che ogni tanto, quando si raggiunge la giusta alchimia tra i due elementi, permettono di ottenere qualche risultato positivo.

Annunci

3 Risposte to “Tra soldi e messaggio”

  1. Apprezzabili le intenzioni, giusto innalzare il limite di età, ma pensare di potere proibire a tutti i residenti di Sanremo l’accesso al casinò è una boiata assurda, che oltre contro al buon senso, credo cozzi anche contro qualche norma che renderà inattuabile l’eventuale provvedimento all’uopo.

  2. Win for life mi sa che è l’ultima trovata rovina famiglie.

  3. laura said

    innalzare il limite di eta’ e’ una buona idea, ma bisognerebbe fare qualche legge che proibisce di giocarsi cose importanti come la prima casa o la prima macchina che ne so… robe cosi…, in modo che la gente non si metta troppo nei guai dopo i 21… 🙂 (L.)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: