riflessi etici

prospettive cristiane sull'attualità

  • L’avventura continua…

    Dal primo novembre 2011 biblicamente diventa Riflessi etici. Cambiano il nome e il formato grafico, ma l’obiettivo del progetto – dal 2005 – resta lo stesso: cogliere nell'attualità i riflessi etici che emergono dai fatti, dai commenti, dalle proposte, dalle speranze di chi ci sta attorno. Rispecchiando valori che vale la pena di riscoprire pienamente e vivere con coerenza.

    Vi aspetto su riflessietici.wordpress.com

Cinquant’anni di Zecchino

Posted by pj su 24 settembre 2009

Esattamente cinquant’anni fa, il 24 settembre 1959, andava in scena a Bologna la primissima edizione dello Zecchino d’oro. Si trattava quasi di un numero zero, ma l’idea di Cino Tortorella, accolta dall’Antoniano, mosse i suoi primi passi proprio in quella occasione.

Cinquant’anni di canzoni, di bambini, di cori (preparati, fino a qualche anno fa, dalla compianta Mariele Ventre); cinquant’anni di messaggi educativi e di testimonianza cristiana, di valori – il rispetto per gli altri, la fratellanza, la solidarietà – che, per quanto si sia stemperata nel tempo, ha segnato un’epoca e potrebbe avere ancora molto da dire.

Magari ricominciando dall’esempio del lontano (almeno per i bambini) 1997, quando Maurizio Piccoli – autore di brani anche per i grandi della canzone italiana – propose Caro Gesù ti scrivo: un pezzo semplice ma profondo, adatto ai bambini ma capace di far riflettere anche gli adulti.

Impossibile non fermarsi di fronte a frasi come

Caro Gesù ti scrivo per chi non ti scrive mai
per chi ha il cuore sordo bruciato dalla vanità
per chi ti tradisce per quei sogni che non portano a niente
per chi non capisce questa gioia di sentirti sempre amico e vicino…

Gesù ti prego ancora:
vieni a illuminare i nostri cuori soli,
a dare un senso a questi giorni duri,
a camminare insieme a noi.
Vieni a colorare il cielo di ogni giorno,
a fare il vento più felice intorno,
ad aiutare chi non ce la fa…

Caro Gesù ti scrivo perché non ne posso più
di quelli che sanno tutto e in questo tutto non ci sei tu…

E non sarà un caso se il brano si conclude con un significativo

Signore vieni! Signore vieni!

Ecco, lo Zecchino è questo, o anche questo.

Per questo ci piacerebbe che lo Zecchino e i suoi brani continuassero nella loro missione: formare divertendo e divertire formando, fornendo a piccoli e grandi un punto di riferimento pulito sul piano morale, umano, spirituale.

Annunci

Una Risposta to “Cinquant’anni di Zecchino”

  1. Anonimo said

    Caro Gesù ti scrivo perché non ne posso più
    di quelli che sanno tutto e in questo tutto non ci sei tu…

    Quanta verità in questa canzone per “bambini”.
    Peccato che oggi i contenuti di programmi per bambini e adulti siano così privi di messaggi così profondi e importanti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: