riflessi etici

prospettive cristiane sull'attualità

  • L’avventura continua…

    Dal primo novembre 2011 biblicamente diventa Riflessi etici. Cambiano il nome e il formato grafico, ma l’obiettivo del progetto – dal 2005 – resta lo stesso: cogliere nell'attualità i riflessi etici che emergono dai fatti, dai commenti, dalle proposte, dalle speranze di chi ci sta attorno. Rispecchiando valori che vale la pena di riscoprire pienamente e vivere con coerenza.

    Vi aspetto su riflessietici.wordpress.com

Una fede per Capello

Posted by pj su 11 giugno 2008

Fabio Capello è stato intervistato dalla rivista Studi cattolici. Ne è emersa una fede che non ci si aspetterebbe.

Allenatore di successo, dopo una lunga gavetta è passato negli anni sulle panchine di Milan, Juventus, Roma e Real Madrid; ora si trova ad allenare la nazionale inglese, uno dei massimi risultati per chi svolge il suo lavoro. Il ragazzo di Pieris, paese a due passi dall’aeroporto di Trieste, quello che bigiava a scuola per seguire il suo sogno sui campi di calcio, ha fatto strada.

Considerato l’antipatico del calcio italiano, si definisce cattolico praticante, ma dal tono delle risposte si coglie che per lui la fede non è la superstizione che porta a versare acqua benedetta sul campo di gioco, o a sgranare scaramanticamente rosari per vincere una partita difficile.

Capello rivendica la sua libertà di espressione e la sua coerenza sul piano spirituale: «Chiariamo subito che non sono un bigotto», esordisce.

Tra i tanti temi trattati nell’intervista, in particolare, colpisce il capitolo sul suo rapporto con Dio, rapporto che gli somiglia: semplice, spartano ma efficace.

Ha chiesto aiuto alla fede nei momenti difficili?, gli chiede l’intervistatore, Claudio Pollastri.
«Quando ho avuto, come succede a tutti, delle crisi ho pregato. E le ho superate», risponde Capello.

Crisi religiose, private o di lavoro?
«Con la preghiera si risolve ogni tipo di crisi».

Lei prega molto?
«Ho un buon rapporto con il Padreterno».

E lo dimostra quando il giornalista domanda se Capello abbia mai «chiesto aiuto lassù per vincere una partita decisiva»: l’allenatore risponde: «La fede è un fatto serio».

Altro che riti e formule. La fede di Capello è convinta come gli schemi di Sacchi, precisa come una punizione di Platini, granitica come il buon Gattuso. E spiazza come un rigore di Baggio.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: