riflessi etici

prospettive cristiane sull'attualità

  • L’avventura continua…

    Dal primo novembre 2011 biblicamente diventa Riflessi etici. Cambiano il nome e il formato grafico, ma l’obiettivo del progetto – dal 2005 – resta lo stesso: cogliere nell'attualità i riflessi etici che emergono dai fatti, dai commenti, dalle proposte, dalle speranze di chi ci sta attorno. Rispecchiando valori che vale la pena di riscoprire pienamente e vivere con coerenza.

    Vi aspetto su riflessietici.wordpress.com

Chiavi di lettura

Posted by pj su 14 maggio 2008

José Gabriele Funes, teologo e astrofisico, capo degli astronomi vaticani, spiega in un’intervista: «Da astronomo io continuo a credere che Dio sia il creatore dell’universo e che noi non siamo il prodotto della casualità ma i figli di un padre buono, il quale ha per noi un progetto d’amore. La Bibbia fondamentalmente non è un libro di scienza» e dunque «non si può chiedere alla Bibbia una risposta scientifica».

Forse, nel contestare la Bibbia, è proprio questo che spesso si dimentica: la Bibbia non è un libro di scienza, non almeno nella prospettiva odierna, e non si può chiedere una spiegazione matematica come si farebbe con un manuale tecnico.

Non è nemmeno un libro di storia, che si occuperebbe delle questioni in maniera diversa, forse più organica, senza salti di epoca o clamorose assenze di dati che per uno storico odierno risultano essenziali.

Non è un libro di poesia, nonostante in certi suoi testi si trovino picchi lirici difficili da eguagliare.

Non è nemmeno un libro di consigli quotidiani, dove attingere proverbi e suggerimenti pratici scollegati da un contesto più ampio.

È tutto questo, ma lo è nella misura in cui serve a chiarire il piano di Dio per l’uomo. Perché la chiave di lettura della Bibbia non è la lettura sistematica fine a se stessa, né la conoscenza culturale o la scoperta di chissà quali scenari apocalittici.
L’argomento di fondo, il filo conduttore del testo è proprio quella missione d’amore di Dio che vuole un rapporto di amicizia con ogni essere umano: un essere umano che è stato progettato per questo scopo e, quanto più se ne avvicina, tanto più migliora il suo status.

La Bibbia, tutta la Bibbia – con tutte le sue digressioni storiche, scientifiche, tecniche, liriche, pratiche – volge a questo obiettivo, ed è quindi fuorviante pensare di prenderne una parte, ignorarne il contesto e il senso, ed enfatizzarne incongruenze o amenità.

Leggere un libro, qualsiasi libro, senza considerarlo nella sua interezza, senza dargli la giusta chiave di lettura e magari con un approccio pregiudiziale non è un atteggiamento intellettualmente corretto. Né, alla fin fine, scientifico.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: