riflessi etici

prospettive cristiane sull'attualità

  • L’avventura continua…

    Dal primo novembre 2011 biblicamente diventa Riflessi etici. Cambiano il nome e il formato grafico, ma l’obiettivo del progetto – dal 2005 – resta lo stesso: cogliere nell'attualità i riflessi etici che emergono dai fatti, dai commenti, dalle proposte, dalle speranze di chi ci sta attorno. Rispecchiando valori che vale la pena di riscoprire pienamente e vivere con coerenza.

    Vi aspetto su riflessietici.wordpress.com

Discussioni infinite

Posted by pj su 13 maggio 2008

La discussione sull’interruzione di gravidanza sembra non finire mai. Ma non tanto per le posizioni inconciliabili che vengono espresse dalle varie parti in causa, quanto per un problema di opportunità politica.

Non si trattasse di un tema delicato, si potrebbe pensare a un gioco di ruolo. Nessuno può dirsi d’accordo con l’altro, senza sminuire la propria posizione e il proprio credito; di conseguenza è necessario arroccarsi sulle proprie posizioni, differenziandosi nell’esposizione di quel tanto che basta. Così, se la sinistra sostiene che “la legge va bene così”, la destra ritiene che “vada applicata integralmente” e non come ora; se il ministro Prestigiacomo dichiara che “certi consultori sembrano sezioni del vecchio pci”, Miriam Mafai su Repubblica si rammarica per “la madre senza aiuto”: facce diverse, ma non confliggenti, della stessa questione.

Si tratta infatti di posizioni tutto sommato intercambiabili: d’altronde, se l’obiettivo non è un principio generale ma la tutela della vita (o della donna, nel linguaggio proposto dalla tribuna opposta), è inevitabile che, ragionevolmente, si convenga sulla sconfitta che un aborto porta con sé e sull’opportunità di prevenire una scelta non certo comoda né auspicabile. Eppure la discussione continua, danzando infinitamente tra le sfumature di concetti come diritto e dovere, tutela e libertà, amore e responsabilità.

Intanto le donne continuano a segnalare il loro disagio, e le elementari misure che potrebbero arginare il dramma restano lettera morta. Chissà se il nuovo governo, al di là dei proclami, vi metterà mano concretamente. Chissà se la nuova opposizione non si barricherà dietro a posizioni ideologiche.
Il gioco delle parti continua. Domani una nuova puntata. Speriamo migliore di quella odierna.

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: