riflessi etici

prospettive cristiane sull'attualità

  • L’avventura continua…

    Dal primo novembre 2011 biblicamente diventa Riflessi etici. Cambiano il nome e il formato grafico, ma l’obiettivo del progetto – dal 2005 – resta lo stesso: cogliere nell'attualità i riflessi etici che emergono dai fatti, dai commenti, dalle proposte, dalle speranze di chi ci sta attorno. Rispecchiando valori che vale la pena di riscoprire pienamente e vivere con coerenza.

    Vi aspetto su riflessietici.wordpress.com

Quei pastori così sorprendenti

Posted by pj su 27 aprile 2008

Lo ammetto: non me l’aspettavo. Nel ponte del 25 aprile ho avuto occasione di partecipare al “convegno nazionale annuale degli anziani”: vale a dire l’incontro tra responsabili delle chiese evangeliche dei “fratelli”. Nella solita, magnifica cornice di Poggio Ubertini, sui colli toscani, i pastori delle “assemblee” si sono riuniti per mettersi in discussione. Sì, proprio così: il tema era “bada al mio gregge”, e i validi interventi dei due relatori (Guido Moretti di Firenze e Enrico Pasquini di Lodi) hanno inquadrato bene la questione. Il problema, ai giorni nostri, è l’approccio del responsabile con il suo ruolo di guida della chiesa: a volte rischia di trasformarsi in una posizione di potere, e alla due giorni toscana è stato ribadito in varie occasioni l’importanza di mantenere la valenza di servizio che il ministero di cura pastorale deve avere. L’incontro, organizzato per l’occasione dalle chiese del torinese, era impostato in maniera innovativa, con la creazione di gruppi di lavoro che dopo le sessioni plenarie hanno riflettuto e discusso sui temi trattati, allargando il discorso e allo stesso tempo precisandone i contorni.

Purtroppo negli ultimi anni il ruolo pastorale ha perso smalto. Non è una questione denominazionale né culturale, ma una oggettiva difficoltà a mantenere il giusto equilibrio tra autorità e amore, unita alla scarsa capacità di reagire alle sfide che ci circondano, di capire le domande di un mondo confuso per plasmare la Risposta nel modo più adeguato al contesto.

Di fronte a un monito così marcato ed esplicito ci saremmo aspettati di vedere sorrisi di circostanza, arroccamenti su citazioni bibliche, impermeabilità diffuse. E invece – di qui lo stupore – no.

Abbiamo visto, in quei due giorni, anziani rammaricati che si esaminavano sinceramente; anziani che discutevano sul concetto di autorità, senza il timore di esprimere disagi e limiti; anziani toccati dagli interventi, che si sono riscoperti capaci di commuoversi nel ripensare al proprio ruolo e nel ripensare il proprio ruolo.

Saranno stati una minoranza, potrà obiettare qualcuno, a fronte di una maggioranza che non si è lasciata scalfire, convinta come sempre di poter identificare pienamente le verità bibliche con le proprie certezze. Può essere: forse, chissà, abbiamo visto un altro convegno. O forse qualcosa sta cambiando. In meglio.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: