riflessi etici

prospettive cristiane sull'attualità

  • L’avventura continua…

    Dal primo novembre 2011 biblicamente diventa Riflessi etici. Cambiano il nome e il formato grafico, ma l’obiettivo del progetto – dal 2005 – resta lo stesso: cogliere nell'attualità i riflessi etici che emergono dai fatti, dai commenti, dalle proposte, dalle speranze di chi ci sta attorno. Rispecchiando valori che vale la pena di riscoprire pienamente e vivere con coerenza.

    Vi aspetto su riflessietici.wordpress.com

Deleghe di vita

Posted by pj su 3 aprile 2008

“Cercasi accompagnatrice bella, intelligente, esperta massaggiatrice”. Potrebbe sembrare uno dei tanti annunci rivolti a cercare compagnia a pagamento, se non fosse per una caratteristica: l’inserzionista cerca “solo ragazze serie”.

Un annuncio anomalo che segna una tendenza, e che ha sollevato l’interesse di un sociologo americano, Arlie Russel Hochschild.

Per Hochschild la richiesta pone in modo esplicito “la questione dei limiti del commerciabile”. Cosa si può comprare e cosa no? O meglio, cosa è lecito comprare, e cosa no?

Pare sia sempre più facile delegare ad altri una parte sempre più cospicua della nostra vita: negli Stati Uniti vanno per la maggiore figure professionali che mettono a posto l’album di famiglia al posto di manager indaffarati, o rimettono a posto cassetti, organizzano feste per i figli, vanno perfino “a trovare la nonna” al posto del titolare.

Potremmo vederla come un’esagerazione – la classica americanata – ma nemmeno noi, nel nostro piccolo, scherziamo: i figli vengono affidati a una baby sitter, la scuola sostituisce ormai in toto il ruolo educativo della famiglia, gli anziani vengono affidati alle badanti, le segretarie rispondono alle mail e mandano anche gli auguri personali, i sistemi automatici spremono il succo di quel che ci interessa evitandoci di leggere i giornali e concedendoci di vivere l’informazione in pillole.

Se le cose vanno così, avrà pensato l’estensore dell’annuncio, perché perdere tempo a cercare una persona capace di coprire tutte le caratteristiche richieste e instaurare con lei un rapporto di affetto, complicità, fedeltà? Meglio “una ragazza seria da stipendiare”. L’intimità, in fondo, ha un costo sul piano umano: il “disvelamento di sentimenti e azioni che l’individuo normalmente mette al riparo dallo sguardo degli altri” comporta fiducia nel partner, ma anche una serie di azioni che caratterizzano “lo scambio tra la coppia e il mondo esterno, le relazioni con i figli, le funzioni assolte da ciascuno dei coniugi”.

I soldi, quando ci sono, possono liberarci da questo costo. Dal costo di una fila per un regalo simpatico, dal costo di un pomeriggio sugli spalti di un campo di periferia a guardare sgambettare i figli, dal costo di una vacanza di cui si farebbe volentieri a meno, dal costo di un noioso pranzo in famiglia, dal costo di una visita ai nonni che ormai ripetono sempre le stesse cose da anni.

Liberarsi dagli obblighi, specie quelli più fastidiosi, è quasi un miraggio per molti di noi: più di qualcuno sospirerà pensando a tutto il tempo in più che rimarrebbe a disposizione una volta liquidate ad altri le proprie incombenze.

Certo, significa sacrificare frammenti di vita: insignificanti forse presi uno per uno, ma comunque nostri. Fermandosi a riflettere, viene da chiedersi se valga davvero la pena perdersi il rapporto con i figli, le loro prime parole, il loro apprendimento, perdere il rapporto umano con i parenti, i ricordi dei nonni. Viene da chiedersi se la carriera, la libertà, le passioni valgano davvero così tanto da farci delegare la nostra vita.

Tutti questi frammenti personali, privati, talvolta noiosi sono infatti qualcosa di più di semplici episodi: sono esperienze. Esperienze che oggi perdiamo, una dopo l’altra.

Sarebbe triste svegliarsi un giorno senza obblighi, ma con l’amara constatazione di non aver vissuto davvero.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: