riflessi etici

prospettive cristiane sull'attualità

  • L’avventura continua…

    Dal primo novembre 2011 biblicamente diventa Riflessi etici. Cambiano il nome e il formato grafico, ma l’obiettivo del progetto – dal 2005 – resta lo stesso: cogliere nell'attualità i riflessi etici che emergono dai fatti, dai commenti, dalle proposte, dalle speranze di chi ci sta attorno. Rispecchiando valori che vale la pena di riscoprire pienamente e vivere con coerenza.

    Vi aspetto su riflessietici.wordpress.com

Come cambia la luna

Posted by pj su 21 dicembre 2007

«La Luna? È giovane e nata senza scosse»: questa la conclusione di un gruppo di ricercatori svizzeri, riportato oggi dal Corriere; secondo questo team «per l’origine della Luna è tutto da rifare, o quasi. Nuovi esami dei materiali lunari ridisegnano la nascita della pallida Selene offrendo un’immagine meno catastrofica e tutto sommato più naturale per certi aspetti. Mathieu Touboul, assieme al suo gruppo di ricercatori dell’Istituto federale di tecnologia di Zurigo, arrivando alle nuove conclusioni è netto nel giudizio: “Tutto quello che si è detto finora è troppo semplice, le cose stanno diversamente secondo le nostre analisi”».

La posizione scientifica ufficiale è che la luna sia nata dall’impatto di un enorme oggetto cosmico
con la Terra; questo scontro avrebbe liberato materiale che si è poi coagulato dando vita alla luna.

Attraverso una serie di complicate analisi incrociate su minerali e tempi di decadimento la squadra zurighese ha escluso che la causa della nascita del “luminare minore” sia stata una immane bocciata: «Studiando il tutto (concentrazioni degli elementi, tempi di decadimento, ecc.) il gruppo svizzero è giunto alla conclusione che la Luna è parte del materiale originale da cui si è formata la Terra 4,567 miliardi di anni fa; materiale rimasto nel circondario e poi coagulato».

Una luna plasmata dalla stessa materia della terra, anziché un urto di proporzioni (è il caso dirlo) astronomiche: in attesa di conferme o smentite, non possiamo non dire che questa nuova ipotesi suoni meglio. D’altronde, se è vero che Dio non gioca a dadi, come sosteneva Einstein, è altrettanto vero che non gioca a biliardo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: