riflessi etici

prospettive cristiane sull'attualità

  • L’avventura continua…

    Dal primo novembre 2011 biblicamente diventa Riflessi etici. Cambiano il nome e il formato grafico, ma l’obiettivo del progetto – dal 2005 – resta lo stesso: cogliere nell'attualità i riflessi etici che emergono dai fatti, dai commenti, dalle proposte, dalle speranze di chi ci sta attorno. Rispecchiando valori che vale la pena di riscoprire pienamente e vivere con coerenza.

    Vi aspetto su riflessietici.wordpress.com

Huckabee l’outsider

Posted by pj su 27 novembre 2007

Mike Huckabee risale nei sondaggi: il candidato repubblicano, ex pastore battista nonché ex governatore dell’Arkansas, al momento risulta secondo nelle classifiche di gradimento ricavate dai sondaggi in Iowa, il primo stato USA che voterà per le primarie repubblicane.

Al momento in Iowa pare che Huckabee, partito dal nulla, sia secondo solo al mormone Romney e preceda l’attore Fred Thompson, l’ex sindaco di New York Rudy Giuliani e l’eroe di guerra John McCain.

Pare che il successo di Huckabee sia dovuto soprattutto all’apprezzamento da parte della componente evangelica, che finalmente trova un elemento convincente e rappresentativo in una rosa di candidati non particolarmente coerenti sul piano cristiano: dal liberal Giuliani a Thompson che va in chiesa solo per far felice la madre, passando per il mormone Romney.

«Il 44 per cento degli elettori evangelici – spiega La Stampa – ha infatti dichiarato di preferire l’ex governatore dell’Arkansas agli altri candidati, il doppio di quelli che hanno invece indicato come loro favorito il mormone Romney». E cita Dennis Goldford, professore di scienze politiche, secondo il quale “Huckabee è senza dubbio il più evangelico tra tutti candidati”.

Huckabee, oltre ad avere le carte in regola per piacere alla componente evangelica (e non è poco, per i numeri elettorali statunitensi), sa anche comunicare bene: ha un blog che segue, aggiorna, parla con gli interessati, inserisce filmati su youtube, tiene sotto controllo e promuove anche i video satirici che lo riguardano.

E non solo: ha anche una interessante dote di ironia. Lo ha segnalato il Corriere citando un suo video in cui afferma: «Il mio piano per garantire la sicurezza del nostro Paese? Due parole: Chuck Norris». Che poi è il celeberrimo Texas Ranger, giustiziere senza macchia e senza paura che ogni giorno allieta i pomeriggi televisivi di milioni di persone (anche in Italia) e sulla cui leggendaria invincibilità fioccano caustiche le ironie nella rete telematica.

Insomma: evangelico, comunicativo, ironico. Che sia lui l’uomo giusto per gli Stati Uniti?

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: