riflessi etici

prospettive cristiane sull'attualità

  • L’avventura continua…

    Dal primo novembre 2011 biblicamente diventa Riflessi etici. Cambiano il nome e il formato grafico, ma l’obiettivo del progetto – dal 2005 – resta lo stesso: cogliere nell'attualità i riflessi etici che emergono dai fatti, dai commenti, dalle proposte, dalle speranze di chi ci sta attorno. Rispecchiando valori che vale la pena di riscoprire pienamente e vivere con coerenza.

    Vi aspetto su riflessietici.wordpress.com

Casalinghe alla texana

Posted by pj su 28 agosto 2007

Una laurea per studiare da brave mogli: è l’idea dell’università battista di Fort Worth, un ateneo battista del Texas, che da settembre proporrà un corso di quattro anni dove alle lezioni di latino, greco, letteratura, matematica si aggiungeranno seminari su “come cucinare, fare le pulizie, occuparsi dei bambini e far quadrare il budget”. Fino agli anni Sessanta l’apprendimento delle faccende domestiche – dalle riparazioni alle pulizie, dalla cucina all’amministrazione – si apprendevano gradualmente in casa, seguendo e interagendo con le questioni di ogni giorno, sfidati e istruiti dai genitori. Poi è venuta la tempesta femminista, una rivoluzione sociale che ha creato una discontinuità generazionale: per i contestatori stare ai fornelli era l’antitesi dell’emancipazione e i lavori di casa erano un simbolo di subalternità. L’ego, la carriera, il “tutto e subito” hanno seppellito l’ordinario, il metodo, la regolarità, cambiando il modello di vita occidentale. In meglio o in peggio, non è difficile stabilirlo, dando un’occhiata alla devastazione sociale in cui ci si muove (ma si sa, “la colpa è della società”, e “i problemi esistevano anche prima, ma erano repressi”). Sul piano casalingo, la generazione figlia di chi nel Sessantotto ha cambiato il mondo si è ritrovata sicuramente con un inestimabile patrimonio di maggiori libertà, ma allo stesso tempo con un disordine, una prospettiva relativista e pochi punti fermi su cui fare leva per trovare una linearità nella propria esistenza. Tutto questo ha sollevato qualche dubbio: e se il passato, debitamente inquadrato, non fosse poi così male? E se le regole non fossero la quintessenza della repressione, ma – accolte nel modo giusto – un utile riferimento per una vita più serena? E se la casa, la famiglia, la regolarità di una vita normale non fosse per forza qualcosa di cui vergognarsi, ma un valore capace perfino di esercitare un certo fascino?

Molti sono tornati sui loro passi. E si è capito che, per dire, irridere i vecchi rimedi della nonna contro le macchie solo perché ora la tecnologia ci mette a disposizione lo smacchiatore era quantomeno sventato, di fronte agli studi sulla tossicità dei prodotti e sui danni all’ambiente.

E si fa presto a dire che lavorando in due si guadagna di più, rincara la dose il preside dell’università texana. «Se una donna decide di stare a casa a far la madre spesso viene derisa. Ma noi dimostreremo che una famiglia con due genitori che lavorano entrambi alla fine del mese finisce con lo spendere di più, tra asilo, fast food, trasporti eccetera. Per non parlare dei danni psicologici inferti ai figli». Scelte che non sono indifferenti non solo per i figli, ma per la stessa stabilità della vita di coppia e per la vita spirituale dei singoli.

E allora, vedendola in questo modo, non si tratta più di una questione di semplice manualità e di banale pratica casalinga: è uno stile di vita, un modello, una scelta di fondo. Forse non sarà, come dicono in Texas, «il punto di vista biblico sulla famiglia», ma sicuramente ci va più vicino della tendenza che ha preso piede negli ultimi quarant’anni. Qualcuno potrà non essere d’accordo, ovviamente. Un dissenso legittimo: d’altronde è successo già in passato con lo smacchiatore.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: