riflessi etici

prospettive cristiane sull'attualità

  • L’avventura continua…

    Dal primo novembre 2011 biblicamente diventa Riflessi etici. Cambiano il nome e il formato grafico, ma l’obiettivo del progetto – dal 2005 – resta lo stesso: cogliere nell'attualità i riflessi etici che emergono dai fatti, dai commenti, dalle proposte, dalle speranze di chi ci sta attorno. Rispecchiando valori che vale la pena di riscoprire pienamente e vivere con coerenza.

    Vi aspetto su riflessietici.wordpress.com

Letteralmente vacanza

Posted by pj su 10 agosto 2007

Un mensile locale – Il Momento di Pordenone – parla di vacanza, del suo significato e di come ritrovarlo: «Vacanza da “vacare”, latinamente “essere privo di”. Di impegni, di lavoro, si intende… mica cosa da poco, visto che chiama in causa l’equilibrio fra l’uomo e il mondo, fra l’essere e il fare. Vacare è la condizione per eccellenza dell’uomo, secondo gli antichi, Seneca per dirne uno, perché ti riporta a quella indeterminazione originaria nella quale puoi costruirti come individuo». «Il termine – spiega l’autore del pezzo, Paolo Venti – è fratello, se vogliamo, dell’altro termine chiave della libertà, l’otium che si pone come talmente fondamentale da non consentire etimologie. Non avere niente da fare per poter essere»

Ma «oltre al “vacare ab”, che sa più di liberazione che di costruzione, c’è il bellissimo “vacare” con il dativo, vale a dire “essere liberi per”. […] Mi piace – scrive ancora Paolo Venti – pensare alla vacanza, anche a questa striminzita finestrella di qualche settimana, come a un periodo da dedicare a ri-costruire noi stessi. Suggerirei per questo 2007 una vacanza di ricerca pacata fra le pieghe del proprio animo», per ritrovare una vena creativa, per fare il punto con noi stessi, per ritessere le relazioni, senza però “la bulimia degli altri mesi, che ci lascia irrimediabilmente uguali a prima”.

«E soprattutto – invita Venti – non riempiamola all’inverosimile questa benedetta vacanza; vacuo, vuoto è l’aggettivo della vacanza e saturarla di attività frenetiche non è il modo migliore per trarne beneficio».

Un pensiero che volentieri giriamo, con la speranza di una riflessione, a tutti coloro che si prenderanno, nel canonico mese d’agosto, qualche settimana di riposo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: