riflessi etici

prospettive cristiane sull'attualità

  • L’avventura continua…

    Dal primo novembre 2011 biblicamente diventa Riflessi etici. Cambiano il nome e il formato grafico, ma l’obiettivo del progetto – dal 2005 – resta lo stesso: cogliere nell'attualità i riflessi etici che emergono dai fatti, dai commenti, dalle proposte, dalle speranze di chi ci sta attorno. Rispecchiando valori che vale la pena di riscoprire pienamente e vivere con coerenza.

    Vi aspetto su riflessietici.wordpress.com

Meglio festaioli che critici

Posted by pj su 11 giugno 2007

Ammesso il giornalismo sia una scienza, non è certamente una scienza esatta: non si può. quindi, pretendere di dare alle notizie un risalto proporzionale alla loro importanza, che peraltro nemmeno un brillante matematico potrebbe definire con un numero.

Lascia però sempre un po’ stupiti vedere la visibilità ottenuta dai tre milioni di omosessuali, transessuali e travestiti presenti al gay pride (in italiano, orgoglio omosessuale) di San Paolo del Brasile: soprattutto a voler contrapporre questa visibilità con il sostanziale silenzio, rotto talvolta da una malcelata ostilità, della “Marcia di Gesù”, iniziativa delle chiese evangeliche organizzata tre giorni prima del gay pride.

Alla marcia evangelica ha partecipato un milione di persone, un numero non proprio irrisorio, per ribadire “la condanna morale del peccato” in una società dove evidentemente il decadimento diventa una bandiera e il non saper distinguere la destra dalla sinistra diventa un punto d’onore in reazione a una normalità che ormai sta stretta.

Peccato che del milione di evangelici, e delle loro ragioni (giuste o sbagliate che si considerino) si sia sentito parlare decisamente meno di un terzo rispetto all’enfasi sui tre milioni di partecipanti al gay pride. Certo, gli evangelici fanno meno notizia di una “folla pacifica e colorata”, e la condanna morale è meno telegenica rispetto agli “slogan contro il razzismo e l’omofobia”.

D’altronde è più semplice promuovere una festa (si tratti di una mostra felina o di una notte brava nelle discoteche della Milano-bene) che segnalare una condanna morale: in Italia siamo maestri dell’argomento. Inutile poi scandalizzarci quando scopriamo che la nostra propensione festaiola e l’animo acritico e bontempone del nostro paese ci ha ridotto nello stato in cui siamo.

—————————-

Da non perdere:
musica&parole, in diretta ogni giorno dalle 10 alle 11 su crc.fm
– I commenti quotidiani di media&fede

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: