riflessi etici

prospettive cristiane sull'attualità

  • L’avventura continua…

    Dal primo novembre 2011 biblicamente diventa Riflessi etici. Cambiano il nome e il formato grafico, ma l’obiettivo del progetto – dal 2005 – resta lo stesso: cogliere nell'attualità i riflessi etici che emergono dai fatti, dai commenti, dalle proposte, dalle speranze di chi ci sta attorno. Rispecchiando valori che vale la pena di riscoprire pienamente e vivere con coerenza.

    Vi aspetto su riflessietici.wordpress.com

Addio a Falwell l’esagerato

Posted by pj su 16 maggio 2007

È morto Jerry Falwell, nel bene e nel male un personaggio. Predicatore evangelico, nel 1956 aprì la chiesa battista fondamentalista, che allora contava 36 membri e oggi vanta numerose megachiese da migliaia di credenti; nel 1979 fondò la Moral Majority per contrastare la deriva dei valori: il coordinamento divenne una sorta di Alleanza evangelica, che conta sei milioni e mezzo di membri. Il fiuto comunicativo gli permise di capire tra i primi l’importanza della televisione, e già negli anni Settanta compariva, con i suoi messaggi tradizionalisti, sulle emittenti statunitensi: una presenza che lo vide, nel 1983, entrare nel novero dei 25 uomini più influenti degli USA, e che ebbe un peso nell’elezione di Ronald Reagan alla presidenza degli Stati Uniti.

Fu sul fronte sbagliato quando l’America si indirzzava contro la segregazione razziale; ma, dall’altro lato, è stato anche il paladino di valori come la famiglia e la difesa della vita. È stato lui a diffondere su larga scala il concetto di fondamentalista evangelico, termine che ha avuto una sua dignità fino a quando i media più inetti non lo hanno sporcato ammannendolo agli integralisti (e non fondamentalisti: c’è differenza) islamici.

Esagerato per molti versi e non condivisibile per altri, aveva una vocazione da predicatore locale: non si creava problemi a usare termini forti, da profeta veterotestamentario: definiva “pagani” le femministe e gli omosessuali, in un crescendo di toni accesi che probabilmente non ha giovato al suo accreditamento per un confronto con il mondo laico: ma forse nemmeno lo voleva. Il suo compito era tenere alto l’allarme per i credenti verso la corruzione, non quello di confrontarsi con la società: l’ultimo giorno, prima di morire, stava discutendo il rilancio del fondamentalismo cristiano in occasione delle elezioni presidenziali, per non veder trionfare la “coalizione pagana”.

—————————-

Da non perdere:
musica&parole, in diretta ogni giorno dalle 10 alle 11 su crc.fm
– I commenti quotidiani di media&fede

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: