riflessi etici

prospettive cristiane sull'attualità

  • L’avventura continua…

    Dal primo novembre 2011 biblicamente diventa Riflessi etici. Cambiano il nome e il formato grafico, ma l’obiettivo del progetto – dal 2005 – resta lo stesso: cogliere nell'attualità i riflessi etici che emergono dai fatti, dai commenti, dalle proposte, dalle speranze di chi ci sta attorno. Rispecchiando valori che vale la pena di riscoprire pienamente e vivere con coerenza.

    Vi aspetto su riflessietici.wordpress.com

Rapidi, rapidi!

Posted by pj su 9 maggio 2007

Camminiamo più veloci di dieci anni fa: lo rivela un’indagine di un’università britannica che ha cronometrato in incognito i passanti in 32 metropoli del mondo. Risultato: a Singapore si va un terzo più veloci di 13 anni fa, e a ritmo sostenuto si cammina anche sui marciapiedi di Copenaghen, Canton, Dublino, Curitiba (Brasile), Berlino, New York, Utrecht e Vienna. Si va piano invece a Madrid e in medioriente, dove peraltro la flemma è una filosofia di vita.

Vero. Abbiamo sempre e comunque fretta: che siamo in fila, in auto, in treno, non ci rilassiamo. Non ci godiamo il tragitto, ci consumiamo in attesa dell’arrivo, per poi bruciare rapidamente anche quello in attesa di un nuovo traguardo.

Le nuove tecnologie hanno sicuramente una parte di responsabilità in questo, come rileva anche lo studio. Hanno portato a un repentino aumento della velocità, perché il “tutto e subito” è diventato una norma, e in una società iperveloce perfino l’infarto – incredibile a dirsi, ma è così – è diventato un rischio calcolato con cui si convive, considerando un’operazione per l’inserimento di un bypass alla stregua di una otturazione per carie.

Ne hanno risentito la salute, ma anche rapporti familiari e umani in generale: parliamo con persone all’altro capo del mondo, ma non scambiamo due parole con i vicini perché quando li incrociamo siamo impegnati (o sono impegnati loro) a spedire l’ultimo sms prima che il box di casa inghiotta il segnale.

Chi l’avrebbe mai detto: il tanto agognato tempo reale da privilegio è diventato una condanna a non scollegarsi mai. E noi, da buoni esseri umani, lo sfruttiamo nel modo peggiore possibile.

—————————-

Da non perdere:
musica&parole, in diretta ogni giorno dalle 10 alle 11 su crc.fm
– I commenti quotidiani di media&fede

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: