riflessi etici

prospettive cristiane sull'attualità

  • L’avventura continua…

    Dal primo novembre 2011 biblicamente diventa Riflessi etici. Cambiano il nome e il formato grafico, ma l’obiettivo del progetto – dal 2005 – resta lo stesso: cogliere nell'attualità i riflessi etici che emergono dai fatti, dai commenti, dalle proposte, dalle speranze di chi ci sta attorno. Rispecchiando valori che vale la pena di riscoprire pienamente e vivere con coerenza.

    Vi aspetto su riflessietici.wordpress.com

Un’indagine? Noi ci stiamo, e voi?

Posted by pj su 20 aprile 2007

La Federazione delle chiese pentecostali si esprime in merito alla legge sulla libertà religiosa, e lo fa con un lungo intervento della sua “Commissione permanente di lavoro” pubblicata sul settimanale protestante Riforma.

L’analisi, condivisibile, parla di quattro livelli di riconoscimento a seconda delle intenzioni delle diverse realtà religiose in relazione al rapporto con lo Stato. Nell’ampio testo colpisce un paragrafo: «Sarebbe utile fare un’inchiesta sulla libertà religiosa in Italia, ma di quelle serie; un’inchiesta che non metta in evidenza le leggi che la garantiscono, ma il modo in cui viene percepita dai diretti interessati e come viene vissuta in tutti i contesti del nostro Paese». La richiesta viene poi ribadita nel corso dell’intervento (“Eh sì, sarebbe proprio una bella inchiesta da fare”).

Confessiamo che abbiamo atteso a lungo, combattuti: non bisognerebbe parlare della posta altrui, e questa è una lettera della FCP indirizzata solo a Riforma: se non è arrivata ad altre testate un motivo ci sarà, ci siamo detti.
Però, ci scuseranno la FCP e Riforma, come testata che tenta di offrire una panoramica su tutte le realtà evangelicali ci sentiamo chiamati in causa; e, visto il mittente, probabilmente più di Riforma stessa.

Diciamolo: la proposta di un’indagine sulla libertà religiosa in Italia ci è piaciuta, e – dato che non siamo abituati a lasciare le cose a metà – ci sentiamo di farci avanti. Da parte di evangelici.net esprimiamo quindi tutta la disponibilità per un’inchiesta come questa, con le competenze che ci contraddistinguono e che ci sono state riconosciute nel corso di questi anni di impegno sul fronte dell’informazione. Un’inchiesta, però, non coinvolge solo i professionisti della comunicazione, ma anche i committenti, perché richiede tempo, energie, risorse. Specie se si tratta di una ricerca “seria”, come la FCP chiede e come la deontologia impone. Sicuramente, vista la fonte, non si è trattato di una proposta retorica, ma di un desiderio concreto. In questo caso noi ci siamo. Voi?

oggi sono a Rimini al convegno annuale delle radio evangeliche. Al mio posto, in onda, Sara De Marco… ci risentiamo lunedì!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: