riflessi etici

prospettive cristiane sull'attualità

  • L’avventura continua…

    Dal primo novembre 2011 biblicamente diventa Riflessi etici. Cambiano il nome e il formato grafico, ma l’obiettivo del progetto – dal 2005 – resta lo stesso: cogliere nell'attualità i riflessi etici che emergono dai fatti, dai commenti, dalle proposte, dalle speranze di chi ci sta attorno. Rispecchiando valori che vale la pena di riscoprire pienamente e vivere con coerenza.

    Vi aspetto su riflessietici.wordpress.com

Pensieri in contanti

Posted by pj su 27 dicembre 2006

Natale è passato, e – per la maggioranza degli italiani – i regali restano. Purtroppo, verrebbe da aggiungere, leggendo un articolo che esce oggi sulla Stampa: pare che molti dei doni che gli italiani si sono scambiati non siano stati di gradimento. Si va dal vero e proprio cattivo gusto al regalo doppio, per arrivare al regalo inutile e ingombrante, oppure al vero e proprio regalo sbagliato. E pare che il gioco postnatalizio più gettonato sia lo sbolognare nella maniera più discreta, efficace, remunerativa i regali sballati.

Una volta li si riciclava: non mi piace un regalo, lo giro a qualcun altro alla prossima occasione. Solo che, quando il “giro” di amici e conoscenti non era enorme, si rischiava di farsi scoprire.

Oggi, ai tempi di Internet, la soluzione è più semplice. La Stampa spiega che “Il regalo si ricicla sul web”: con i siti appositi, le cosiddette aste online, “farete felice qualcun altro e scoprirete un modo molto semplice per guadagnare qualche soldo”.

Ecco la tendenza del ventunesimo secolo riassunta in quattro atteggiamenti.
Egoismo: chi fa il regalo pensa a sé, e non a chi deve riceverlo.
Nevrosi: il regalo va fatto per forza, senza esoneri per chicchessia, anche a costo di regalare qualcosa di inutile o addirittura sgradito.
Ipocrisia: far credere il regalo come “la cosa più utile” o bella che si sia ricevuta negli ultimi anni.
Utilitarismo: il regalo non ricorda più la persona che lo dona, ma viene visto solo nell’ottica del proprio piacere. Perché tenere un regalo che non serve e non piace? Ricicliamolo, magari guadagnandoci su. Con ulteriore sprezzo del pensiero: quel pensiero che, a quanto pare, oggi non è più la cosa “che conta”. Semmai, fa contanti.

—————————-

Analisi, commenti e riflessioni sui temi del momento nel programma musica&parole: dal lunedì al venerdì, dalle 10 alle 11 sulle frequenze di crc.fm.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: