riflessi etici

prospettive cristiane sull'attualità

  • L’avventura continua…

    Dal primo novembre 2011 biblicamente diventa Riflessi etici. Cambiano il nome e il formato grafico, ma l’obiettivo del progetto – dal 2005 – resta lo stesso: cogliere nell'attualità i riflessi etici che emergono dai fatti, dai commenti, dalle proposte, dalle speranze di chi ci sta attorno. Rispecchiando valori che vale la pena di riscoprire pienamente e vivere con coerenza.

    Vi aspetto su riflessietici.wordpress.com

Un presepe di voti

Posted by pj su 1 dicembre 2006

«Business del presepe a rischio: snobbato dalle grandi catene»; «Il “presepe pensionato” dai grandi magazzini»; «Natale, l’invito della Cdl ai cattolici: “Boicottate chi non vende il presepe”»

Giornali e siti, oggi, titolano sulla non-notizia del periodo. Si sa, il mondo dell’informazione vive anche di casi gonfiati: d’estate la siccità, in autunno il traffico (e qui sembra di citare un Benigni d’antan), e poi le mode, le polemiche sull’abbigliamento – vita bassa, minigonna alta -, sulla scarsa fede degli italiani, sulla scarsa integrazione degli stranieri, sulla parzialità del governo (qualunque governo), sulla scarsa attitudine al lavoro dei nostri parlamentari… e a natale arrivano i regali. Nel senso che arrivano pagine e pagine sulle nuove tendenze, sulle spese, sui desideri. Talvolta qualche trafiletto tenta di dare un tono religioso al business, coinvolgendo nei discorsi qualche buon sentimento, o addirittura un accenno alla nascita di Cristo, ma questo è ovviamente un optional poco richiesto.

Solo che il folklore rischia di stancare, e non porta voti. Quindi qualcosa di nuovo bisogna pur trovarlo. Ecco allora lo spunto: qualcuno si sarà accorto, girando per i grandi magazzini, di un’assenza cui pochi hanno fatto caso. Ce lo immaginiamo: magari sarà stata una giornata di magra, avrà incontrato commesse antipatiche o non avrà trovato il regalo della taglia giusta. Così, imbufalito, il nostro cliente non trova di meglio che criticare quel che vede, anzi, che non vede. E alla Rinascente, all’Ikea o in altri negozi quest’anno manca il presepe.

Certo, l’italiano è cristiano solo a natale e talvolta a pasqua, ma guai a togliergli i suoi falsi miti, quei pochi oggetti e riti che secondo lui accreditano il suo essere cristiano, dimostrandolo oltre ogni ragionevole dubbio.

Le aziende, bontà loro, fanno ciò che hanno sempre fatto: affari. Quando qualcosa serve a vendere, la usano; se non servissero, state certi che sparirebbero anche i costosi allestimenti natalizi delle vetrine, tutte luci, lustrini e neve finta.

Eppure al nostro amico deluso sarà sembrato impensabile non poter comprare un presepe nuovo.
Dalla delusione al dubbio, dal dubbio al sospetto, dal sospetto all’insinuazione, dall’insinuazione alla denuncia: e la questione-non questione del presepe finisce per assumere un tono molto più marcato.

Nel baillamme creato in questi giorni rattristano in particolare due aspetti.
Da un lato lo spazio dato dai media alla notizia, come se si trattasse di una questione di stato.
Dall’altro il fatto che una parte politica si sia arroccata su una lettura integralista del fatto, con dichiarazioni di fuoco, giungendo a proporre boicottaggi nei confronti dei pavidi negozi che infrangono la tradizione.
Peccato che la stessa fede e lo stesso impeto non si manifestino su questioni un po’ più importanti che pure non mancano. Forse danno meno visibilità. Forse portano meno voti.

—————————-

Analisi, commenti e riflessioni sui temi del momento nel programma musica&parole: dal lunedì al venerdì, dalle 10 alle 11 sulle frequenze di crc.fm.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: