riflessi etici

prospettive cristiane sull'attualità

  • L’avventura continua…

    Dal primo novembre 2011 biblicamente diventa Riflessi etici. Cambiano il nome e il formato grafico, ma l’obiettivo del progetto – dal 2005 – resta lo stesso: cogliere nell'attualità i riflessi etici che emergono dai fatti, dai commenti, dalle proposte, dalle speranze di chi ci sta attorno. Rispecchiando valori che vale la pena di riscoprire pienamente e vivere con coerenza.

    Vi aspetto su riflessietici.wordpress.com

Fratelli d’Italia

Posted by pj su 10 luglio 2006

Alla fine, dopo 24 anni, possiamo sentirlo dire di nuovo: campioni del mondo. I più giovani per la prima volta, dato che nell’82 non c’erano. Noi altri, confessiamolo: probabilmente nemmeno ci credevano più. Ieri nelle città italiane, sotto una luna piena che era già spettacolare per conto suo, si vedevano le cose più incredibili.
Camion scoperti con sopra decine di ragazzi pavesati di Tricolore, che ti invitavano di suonare il clacson per dare il tempo; camioncini che ti invitavano a salire per festeggiare il trionfo su e giù per le vie principali; motorini che trascinavano bidoni della spazzatura, auto da cui si sporgevano ragazze in costume e bandiera, o da cui qualcuno esponeva le cose più improbabili, perfino un cartone di pizza (la possibile spiegazione me l’ha suggerita Luigi stamattina: “abbiamo dato una pizza anche ai francesi”).

La frase più bella me l’ha detta una ragazza, ormai alle due di notte, per una via del centro: in rigoroso azzurro, Tricolore d’ordinanza, mi ha inquadrato mentre ci incrociavamo e ha esclamato con emozione “stanotte tutto è più bello!”. Forse è stato il modo migliore per riassumere quel che passava per la testa dei tanti tifosi, dei tanti italiani in carosello per le vie. Era una notte estiva come tante, con un’emozione comune.
Perché ne parliamo? Perché, guardando con curiosità quella baillamme, ci tornava in mente – non ci crederete – una frase dell’apostolo Paolo: «Rallegratevi con quelli che sono allegri; piangete con quelli che piangono»: era un’indicazione che dava ai cristiani di Roma.

Gli italiani sono gelosi del Tricolore, e quando espongono è sempre come segno di forti emozioni, nel bene e nel male.
Ci sono voluti quasi tre anni per veder sventolare di nuovo dai balconi delle nostre città la bandiera italiana: stavolta, grazie a Dio, senza il lutto. Nel 2003 a colpire l’immaginario collettivo era stata la strage di diciannove nostri connazionali a Nassiriya. Penso ce la ricordiamo ancora come uno dei momenti più tristi di questi ultimi anni, e come cristiani siamo stati vicini – con il pensiero e la preghiera – a chi soffriva per la perdita di un caro, e a tutti gli italiani che soffrivano per questo lutto nazionale.
Ieri, di nuovo il Tricolore: sui balconi e, stavolta, nelle piazze. Stavolta per rispolverare la bandiera e l’emozione nazionale è bastata una banale partita. Una rete in più, e il Paese è esploso di gioia. E noi con lui.

Vogliamo dire che non ci importava nulla? Qualcuno forse era davvero a letto, ieri sera, o faceva altro. Ma la maggior parte di noi, anche dei cristiani, era davanti alla televisione. Se dicessimo quindi che non ci importa nulla saremmo ipocriti e – vista la raccomandazione di Paolo – forse anche poco cristiani. Non ovviamente per la questione meramente calcistica, ma perché non viviamo nel posto dove siamo stati messi da Dio, ed è giusto, oltre che umano, condividerne gioie e dolori. Stavolta era una gioia, per quanto effimera; ma d’altronde quale gioia non lo è, per chi non ha fatto suo il messaggio di speranza del Vangelo?

E allora meglio così, meglio gioire che piangere. E dunque: grazie, Italia. Abbiamo pianto con te, e ora – volentieri – festeggiamo con te.

—————————–

Analisi, commenti e riflessioni sui temi del momento nel programma musica&parole: dal lunedì al venerdì, dalle 10 alle 11 sulle frequenze di crc.fm.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: