riflessi etici

prospettive cristiane sull'attualità

  • L’avventura continua…

    Dal primo novembre 2011 biblicamente diventa Riflessi etici. Cambiano il nome e il formato grafico, ma l’obiettivo del progetto – dal 2005 – resta lo stesso: cogliere nell'attualità i riflessi etici che emergono dai fatti, dai commenti, dalle proposte, dalle speranze di chi ci sta attorno. Rispecchiando valori che vale la pena di riscoprire pienamente e vivere con coerenza.

    Vi aspetto su riflessietici.wordpress.com

Aria nuova per i libri

Posted by pj su 26 maggio 2006

Il valore di una biblioteca. Complice la radice protestante che, tra i capisaldi, aveva quello di portare ogni cristiano a leggere e interrogarsi sul messaggio divino, quasi tutte le chiese evangeliche ne hanno una. Fateci caso, però: spesso è sperduta o poco accessibile. Quando è accessibile, è comunque molto defilata, quasi fosse in imbarazzo per il fatto di esistere e non volesse disturbare più di tanto con la sua presenza.

Certo, a scuola non va meglio: non ci insegnano l’importanza della lettura, che viene intesa come qualcosa di necessario ma noioso. Prendere in mano un libro e concluderlo il prima possibile è l’atteggiamento più comune. È raro l’insegnante che punta qualche ora di lezione sulla passione per i libri, magari facendo fare alle classi un tour nella biblioteca scolastica, o stimolando gli studenti a iscriversi alla biblioteca comunale.

Eppure la biblioteca dovrebbe essere uno strumento importante nella vita sociale. In una scuola, in una città, in una chiesa. Vero: abbiamo la Bibbia, dove possiamo – e dobbiamo, se siamo cristiani – cogliere il messaggio di Dio, ogni giorno, per indirizzare la nostra vita secondo le sue direttive (per il nostro bene, non certo per il suo).

E allora, diamo un po’ di fiato alla biblioteca della nostra comunità. Intanto facendo prendere aria ai volumi: maneggiandoli, leggendo la quarta di copertina per capire di cosa si tratta, sfogliando l’indice per capire il filo del discorso. E magari sfogliamoli, questi libri. Prendiamo qualche passo qua e là, anche a caso, tra le pagine: ci sono libri il cui stile appassiona, ma che nessuno leggerebbe se dovesse basarsi sulla copertina o sulla presentazione sintetica. L’introduzione e la prefazione lasciamole per tempi migliori, almeno in questa fase. In questo modo scopriremo un mondo che non avremmo mai immaginato, troveremo spunti, stimoli, idee. E poi, non limitiamoci a questo. La biblioteca è importante, ma deve essere un trampolino di lancio. Esistono una decina di case editrici nel solo ambito evangelico italiano. Ognuna ha (o dovrebbe avere) un catalogo, che presente le produzioni. Cerchiamolo (magari in Internet), sfogliamolo con curiosità, indaghiamo sui titoli che ci sembrano più adatti alle nostre corde, senza trascurare del tutto altre proposte che – magari per un titolo infelice – non saremmo pronti a prendere in considerazione.

E poi, apriamo le finestre: molte, moltissime case editrici italiane propongono titoli relativi alla fede, biografie di personaggi biblici, testimonianze di conversione, testi di storia del cristianesimo, ristampe di volumi storici della tradizione evangelica – e l’elenco sarebbe ancora lungo. Diamo un’occhiata nelle librerie, e non solo al settore dedicato alle religioni: una perla si può trovare dove meno ci si aspetta, perfino tra i romanzi (Il viaggio di Lewi, edito da Iperborea), o tra i volumi che parlano di fumetti (Il vangelo secondo Charlie Brown). Risvegliamo la curiosità di sapere, di conoscere, di indagare, di informarci, senza aver paura di perdere tempo. Perché il tempo trascorso nella lettura non è perso, è investito. Specie per un cristiano, la cui base di fede non è di favole, teorie, pensieri, parole, tradizioni. È un testo, scritto. Noi la chiamiamo Sacra Scrittura, gli ebrei addirittura Sacra Lettura. Un vero invito, non trovate?

—————————-

Analisi, commenti e riflessioni sui temi del momento nel programma musica&parole: dal lunedì al venerdì, dalle 10 alle 11 sulle frequenze di crc.fm.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: